cane stressato

Lo stress è una risposta psicofisica normale quando percepiamo una quantità di compiti emotivi e cognitivi che riteniamo eccessivi. È uno stato di tensione e oppressione che non riguarda solo le persone, anche gli animali possono soffrirne. Ma come puoi capire quando il cane è stressato e cosa fare per aiutarlo a rilassarsi per stare meglio? 

Poiché sappiamo come ci si sente quando siamo stressati, è normale che tu voglia prenderti cura del tuo cane per alleviare il suo stato di frustrazione. Tuttavia, i motivi per cui lo stress può manifestarsi sono molti e spesso i sintomi appaiono difficili da cogliere. Vediamo insieme quali sono i possibili campanelli d’allarme e come puoi aiutarlo a sentirsi meglio.

 

Quando il cane è stressato: come te ne accorgi?

Sono molte le situazioni che possono trasformarsi in fonte di stress per il tuo cane. Esserne consapevole ti aiuterà ad affrontarle al meglio senza sottovalutarle e risolvere il problema. 

Ad esempio, rumori forti, confusione in mezzo a molte persone e temporali possono causare disagio nel cane. Ma non solo, anche il limite del guinzaglio nei momenti di socializzazione con altri cani, l’essere lasciato da solo per molte ore, o ancora cambiamenti improvvisi nella quotidianità. Sono tutti fattori che possono provocare nervosismo nel tuo cane e alzarne il livello di stress.

Dunque, spesso alcuni comportamenti del cane sono dovuti a situazioni che fatica a gestire. Purtroppo, è facile fraintendere le sue reazioni. Ma non si tratta di cattiva educazione e i rimproveri risultano del tutto inefficaci. Il tuo cane sta soffrendo, lo devi aiutare.

 

Cane stressato: sintomi

Innanzitutto, ci sono alcuni comportamenti anomali da tenere monitorati. Conosci bene il tuo cane, meglio di chiunque altro, e puoi notare subito se c’è qualcosa di diverso rispetto al solito. Prova a pensarci. Questi sono alcuni dei principali segnali di stress:

– piagnucola o ulula in modo prolungato, lamentoso e fastidioso;
– sbadiglia perché si annoia o si sente affaticato;
– compie gesti ripetitivi, stereotipie, come leccarsi il muso o mordersi la coda;
– sbava, produce più saliva del solito;
– respira affannosamente, anche in situazioni all’apparenza tranquille;
– si nasconde per ripararsi da rumori forti o dalle persone;
– fa spesso i bisogni in casa;
– è distratto e non ascolta i comandi che riceve;
ha reazioni inadeguate, aggredisce, ringhia e morde inaspettatamente;
– è iperattivo e irrequieto;
– è apatico, perde l’interesse per ciò che lo circonda;
– ha rigidità muscolare, assume la postura di chi si aspetta che stia per accadere qualcosa;
– perde molto pelo, più di quanto sia normale, in questo caso lo stress è diventato cronico;
– è inappetente.

Ne riconosci qualcuno? Se presenta alcuni di questi comportamenti allora il tuo cane è stressato. Dovresti subito porvi rimedio. Ma prima di mettere in atto qualsiasi strategia è necessario capire quale sia la causa che ha innescato lo stress. 

 

Cane stressato

 

Perché il cane è stressato

Come abbiamo già accennato, i motivi che possono indurre stress nel cane sono davvero i più svariati. Approfondiamo i più comuni, per capire se potrebbero rispecchiare la situazione che stai vivendo con il tuo cane:

situazioni traumatiche – il tuo cane ha vissuto esperienze traumatiche, magari quando ancora non era con te, e ne porta tuttora le conseguenze. Può essere un incidente, una malattia, un morso, maltrattamenti o la perdita di una persona cara;
cattiva socializzazione – se il cane non ha avuto modo di imparare come rapportarsi con i suoi simili e le persone, può sviluppare delle paure e avere reazioni inadeguate;
noia – per stare bene un cane deve essere attivo fisicamente e mentalmente. Solo così avrà l’occasione per incanalare l’energia vitale e mantenere uno stato di benessere;
ansia da separazione – accade più spesso di quanto si creda, anche i cani soffrono di sindrome dell’abbandono, soprattutto quando sviluppano un iper-attaccamento al padrone;
stimolazione sensoriale eccessiva – petardi che scoppiano, fuochi d’artificio, musica ad alto volume, botti improvvisi e urla, sono tutti rumori che infastidiscono e impauriscono i cani;
stravolgimenti nella routine – un cambio di casa, variare l’orario per uscire a passeggiare, oppure nuovi arrivi in famiglia, possono essere fonte di stress da non sottovalutare;
stato d’animo del padrone – anche i tuoi momenti difficili, in un determinato periodo, possono avere conseguenze sul tuo cane. Infatti, assorbe e percepisce il malessere del padrone, somatizzandolo più del dovuto, proprio per il forte legame che si crea tra te e lui.

Soffermati a considerare questi aspetti. A volte, basta un po’ di attenzione in più. Poche azioni mirate, come modifiche negli spazi a sua disposizione o nella routine quotidiana, possono aiutare un cane stressato.

 

Come affrontare lo stress nel cane

Individuata la fonte principale che alimenta lo stress del tuo cane sarà più semplice intervenire e cercare di risolverla. Ci vuole tempo, calma e costanza.

Abbandona la strategia dei rimproveri e anche le forzature. Se il tuo cane ha delle fobie che gli provocano stress, è controproducente obbligarlo ad affrontarle di petto. Rispetta i suoi tempi e procedi per gradi.

Coccola il tuo cane e usa sempre rinforzi positivi. Non solo grattini e massaggini, ma anche passeggiate un po’ più lunghe rispetto al solito, che gli permettano di sfogare lo stress. Giochi leggeri e non competitivi, per divertirlo senza mai esagerare. Asseconda i suoi tempi, tieni morbido il guinzaglio e lascialo annusare ciò che vuole. Concedigli pause senza tensioni. 

Il tempo che passi con lui è la miglior cura: rinforza il vostro legame, aumenta la sua autostima e fiducia. Assicurati di garantirgli un’adeguata attività fisica quotidiana, soprattutto se è un cucciolo o è negli anni del vigore giovanile. Ha bisogno di molto movimento per non sentirsi frustrato.

I feromoni sono un rimedio molto usato per tenere a bada lo stress del cane: infondono uno stato di benessere all’animale, donano calma e tranquillità. Permettono di gestire meglio i disturbi comportamentali dovuti a stress o paura. I diffusori di feromoni sono molto popolari proprio perché facili da utilizzare e impercettibili all’uomo.

Altri rimedi molto utili, che dovresti provare, sono gli integratori, i calmanti o i Fiori di Bach, ma chiedi sempre il parere del tuo veterinario prima di procedere. Inoltre, ricordati che alla base del benessere del tuo cane non può mancare un’alimentazione sana e di qualità.

 

Possiamo aiutarti a prenderti cura del tuo cane

Se il cane è stressato, non farti prendere dall’ansia. Il tuo aiuto è fondamentale per farlo tornare quello di sempre. A volte basta poco per evitare situazioni negative e consentirgli di superare momenti difficili. Inizia a prestare attenzione ai suoi comportamenti e a leggere i segnali di stress per agire con consapevolezza. Vedrai che, spesso, basterà seguire i consigli che abbiamo condiviso.

Vieni a trovarci nei negozi Italpet, il nostro personale sarà felice di ascoltarti e consigliarti i prodotti antistress per cani. Esistono diverse soluzioni funzionali a prevenire o alleviare gli stati d’ansia. Troveremo insieme quella più adatta ad accrescere il benessere del tuo cane. Trova subito il negozio più vicino a te, siamo qui, ti aspettiamo.