igiene orale cane

Una corretta igiene orale del cane è un aspetto fondamentale per la sua salute generale. Se niente può renderti più sorridente delle sue grandi leccate per mostrarti affetto, quella che segue potrebbe essere una smorfia di disgusto, se percepisci un alito nauseabondo. È probabile che il tuo cane stia soffrendo di patologie dentali e dovresti correre subito ai ripari. 

In qualità di amorevoli proprietari di un cane, facciamo di tutto perché sia sempre in perfetta forma. Dal cibo alle leccornie più nutrienti, fino ad assicurarci che si alleni ogni giorno con lunghe passeggiate. Ma se soffre di problemi dentali che minacciano la sua igiene orale, e possono addirittura causargli dolore, dobbiamo capire quali siano i segnali per agire con tempestività.

Ecco 5 consigli per prenderti cura del tuo cane, aiutarlo a combattere le malattie parodontali e garantirgli la vita migliore possibile, senza che si trasformi in un compito ingrato.

 

Cosa fare per l’igiene orale del cane

Prevenire è meglio che curare, non solo per gli uomini ma anche per i cani. L’igiene dentale è troppo importante. Eppure, spesso, la pulizia dei denti dei cani viene sottovalutata. Certo non è così semplice, ma solo la costanza e l’abitudine la renderanno una pratica utile per la salute del cane. 

L’alitosi è uno dei sintomi principali che qualcosa nella bocca del cane non va, ma ce ne sono altri:

– depositi gialli/marroncini sulle gengive;
– difficoltà nel masticare;
– gengive gonfie o sanguinanti.

Questi sono tutti campanelli d’allarme. Non farti cogliere alla sprovvista, metti subito in atto questi 5 consigli per prenderti cura dell’igiene orale del cane.

 

#1 Spazzola i denti del cane ogni giorno

Il primo consiglio non può che essere questo. Proprio come per noi umani, un corretto spazzolamento quotidiano dei denti è fondamentale. Bastano pochi minuti ogni giorno per prevenire la formazione di batteri, tartaro e placca nella bocca del cane.

All’inizio sarà più difficile perché il cane dovrà familiarizzare con la sensazione di avere qualcosa in bocca, le tue mani o lo spazzolino. Ma vedrai che con la pratica si abituerà velocemente.

Come lavare i denti al cane

Inizia dai molari e dai premolari, che di solito presentano più tartaro e placca rispetto a incisivi e canini. Crea un angolo di 45 gradi tra il dente e la gengiva e pulisci dall’attaccatura alla punta, premendo, con delicatezza, e facendo dei movimenti circolari.

Nel caso di infiammazioni gengivali potrebbe fuoriuscire del sangue, ma proprio l’igiene dentale quotidiana aiuta a ridurre lo stato dell’infiammazione: non spaventarti, continua a spazzolare.

Spazzolino e dentifricio per cani

In commercio puoi trovare spazzolini specifici a seconda dell’età del cane e dentifrici appositamente formulati. Evita di utilizzare dentifrici per consumo umano, l’alta concentrazione di fluoro è tossica per il cane.

Se puoi, inizia quando è ancora piccolo. Questo ti faciliterà le operazioni di pulizia, ma anche di controllo da parte del veterinario. Se il tuo cane è un cucciolo, puoi anche utilizzare delle garze imbevute di dentifricio e spazzolini a setole morbide. 

Qual è il momento migliore per spazzolare i denti al cane? Dopo averlo fatto sfogare con un po’ di corsa. Vedrai che sarà meno energico e più propenso a rilassarsi.

 

#2 Nutrilo con cibo di qualità

Anche il cibo può trasformarsi in un valido alleato per l’igiene orale del cane, in particolare quello secco. Infatti, questi ultimi svolgono un’azione abrasiva, che aiuta a mantenere puliti i denti. Dunque, cerca di prediligere un’alimentazione secca a quella umida. Attenzione però ai cibi troppo duri, che invece potrebbero danneggiare lo smalto e i denti. 

Quando devi acquistare degli snack per il tuo cane, tieni conto anche di questo aspetto e ricordati di leggere l’etichetta nutrizionale. Molti cibi in vendita sono formulati proprio con sostanze nutritive in grado di proteggere i denti e rimuovere tartaro e placca. Ad esempio, gli alimenti che contengono tripolifosfato di sodio e solfato di zinco, sono ottimi perché ne rallentano la formazione.

 

Igiene orale del cane

 

#3 Non fargli mancare i giochi per i denti

Non solo cibo, per rimuovere la placca e tenere puliti i denti del cane puoi acquistare anche dei giochi studiati appositamente: uniscono l’utile al dilettevole.

Alcuni giochi per cani sono ideati proprio per pulire i denti degli animali e rimuovere residui di cibo rimasti incastrati. Non solo, svolgono una funzione importante durante la fase di dentizione per i cuccioli, poiché massaggiano le gengive e portano un po’ di sollievo.

Prima di acquistare giochi per i denti del cane, valuta sempre, con scrupolosità, le dimensioni. Evita che possa ingoiarli per errore e rischiare di soffocare.

 

#4 Effettua controlli periodici per l’igiene orale del cane

Controlli orali periodici dal veterinario sono d’obbligo per garantire un’adeguata igiene orale del cane. Ma anche tu puoi prenderti cura della sua salute dentale approfondendo con un controllo settimanale alle gengive e ai denti.

Ti basterà dare un’occhiata, e anche se non sei un odontoiatra veterinario, ti accorgerai subito se il cane soffre o meno di una infiammazione delle gengive: se appaiono arrossate, gonfie, dolenti e sanguinano, allora non ci sono dubbi. 

Inoltre, osservando ogni settimana la bocca del tuo cane noterai subito se qualcosa non va o la presenza di stranezze nel cavo orale. Potrai così intervenire portandolo dal veterinario, senza che l’infiammazione, o la formazione di tartaro, degeneri provocando, nel peggiore dei casi, la caduta definitiva dei denti.

 

#5 Fai attenzione al tartaro

No, il tartaro non è normale a causa dell’età che avanza. L’accumulo di tartaro è infatti una delle patologie del cavo orale più frequente nei cani. È la diretta conseguenza della placca che, a causa dei sali minerali presenti nella saliva, si cristallizza trasformandosi in tartaro.

Purtroppo la presenza di tartaro indica la compromissione di gengive, alveoli e ossa. Insomma, non è da sottovalutare. Anche perché i batteri presenti sulle placche di tartaro possono entrare in circolazione e raggiungere altri organi, infettandoli e mettendo in serio pericolo la vita dell’animale. Ecco perché l’intervento del veterinario è determinante per evitare ulteriori rischi. 

Per rimuovere il tartaro dai denti del cane è necessario un intervento in anestesia generale: viene svolta un’ablazione del tartaro, con pulizia dei solchi gengivali. Se necessario vengono estratti anche i denti che risultano compromessi e la cui infezione potrebbe estendersi ai vicini, danneggiandoli.

È possibile prevenire situazioni in cui il tuo cane può soffrire, se sai quali prodotti usare. Ad esempio, Fresh Breath Oral Care di Pet fitness è un additivo naturale formulato per la quotidiana igiene orale del cane. Basta aggiungerne un cucchiaio nell’acqua per favorire denti più puliti e sani. Ma non solo, oltre a prevenire la formazione di placca e tartaro, aiuta a eliminare l’alito cattivo per diverse ore.

 

Igiene orale del cane, una sana e corretta abitudine

Prenditi cura dell’igiene orale del cane e mostragli che ci tieni ad aiutarlo a mantenere denti e gengive sani. Grazie all’uso di prodotti specifici puoi riuscirci senza difficoltà e ridurre le possibilità che si formino tartaro, placca e pericolose patologie parodontali.

Se ancora non sai quali prodotti usare, possiamo consigliarti nella scelta delle soluzioni migliori. Vieni a trovarci nei negozi Italpet, il nostro personale sarà felice di aiutarti per mantenere e accrescere il benessere del tuo animale. Scopri subito come accedere alla Italpet Card gratuita e approfitta delle promozioni che abbiamo pensato per te e il tuo cane.